Registrati alla Nostra Newsletter!

Ricevi tutti i nostri interessanti aggiornamenti sul mondo dell'olio! Leggi l'informativa al trattamento.

Home / Dal mondo dell'olio / Il mondo dell’olio si è dato appuntamento a Roma con la quarta edizione di “Evoluzione, percorsi per l’extravergine di qualità”

Il mondo dell’olio si è dato appuntamento a Roma con la quarta edizione di “Evoluzione, percorsi per l’extravergine di qualità”

Operatori e assaggiatori hanno degustato gli oli di 31 aziende provenienti da tutta Italia

___________________________________________________________________________

Roma, 31 marzo 2022

Si è appena conclusa la quarta edizione di Evoluzione, percorsi per l’extravergine di qualità, il programma di valorizzazione dell’olio extravergine organizzato da La Pecora Nera Editore e Oleonauta che si è tenuta lunedì 28 marzo nelle sale del Parco dei Principi Grand Hotel.

Ai banchi delle 31 aziende si sono presentati operatori preparati, interessati ad approfondire le caratteristiche degli oli e a scambiare opinioni con i produttori. Ad aiutarli negli assaggi la guida di Evoluzione 2022, fornita a tutti i partecipanti, contenente le schede tecniche degli oli dell’ultima raccolta redatte da Simona Cognoli. Da quest’anno, alla versione cartacea è stata affiancata quella online consultabile sul sito web di Evoluzione (www.evoluzioneolio.com).

Molto frequentati i tavoli in cui cinque esperti di settore – Eleonora Quattrociocchi, Luciana Squadrilli, Gianfranco De Felici, Cristina Falcinelli e Luigi Centauri – hanno condotto delle degustazioni guidate ad accesso libero, anche in lingua inglese e senza orari fissi così da non vincolare l’operatore. Ad arricchire il programma le conferenze tenute dai partner di Evoluzione: pOsti che ha illustrato come soluzioni basate sulla tecnologia blockchain possano aiutare a valorizzare la produzione olivicola di qualità, Elaisian che ha presentato il primo sistema DSS sull’olivicoltura e Spoolivi che ha mostrato come il futuro dell’extravergine di qualità sia legato al vivaismo olivicolo.

Evoluzione è stata pure l’occasione per avvicinare i giovani al mondo dell’olio EVO. La professoressa Livia Leoni del Dipartimento Scienze – Università Roma Tre (che ha patrocinato l’evento) ha presentato il Corso di Laurea “Scienze e Culture Enogastronomiche” a una platea di studenti dell’ultimo anno degli istituti alberghieri (Centro di formazione Castel Fusano Alberghiero, Istituto IPSEOA Tor Carbone, Istituto Safi Elis), che poi hanno mostrato grande interesse nell’esperienza sensoriale. Tra gli obiettivi di Evoluzione c’è sempre stata la formazione di questi ragazzi che fra qualche anno, con la loro preparazione tecnica e scientifica, si affacceranno ai banchi di assaggio come operatori qualificati.

A conferma della validità dell’ampio progetto di Evoluzione c’è il convinto sostegno di ARSIAL. L’Agenzia regionale, infatti, da anni è impegnata nella valorizzazione dell’agroalimentare del Lazio che vede proprio nel settore olivicolo una delle sue eccellenze. “È nella missione di Arsial sostenere e promuovere i nostri prodotti d’eccellenza e le aziende che investono di più in qualità, ricerca, innovazione. Un progetto come “Evoluzione” è quindi del tutto coerente con questa visione e con l’obiettivo che condividiamo di far conoscere e rendere riconoscibile, di valorizzare e promuovere l’olio extravergine d’oliva. Anche attraverso, come fa Evoluzione, pubblicazioni enogastronomiche, guide, eventi didattici con esperti del settore, degustazioni che creano sinergie, scambi di buone pratiche, e occasioni di confronto e anche business, perché no, tra gli imprenditori. Un format vincente che continua a dare un grande contributo alla cultura dell’olio e a una cultura d’impresa sull’olio di qualità”.

“Siamo soddisfatti di aver potuto finalmente riprendere in presenza il nostro progetto di valorizzazione dell’olio EVO – le parole di Simone Cargiani de La Pecora Nera Editore – e ci ha fatto piacere vedere operatori e produttore confrontarsi su diverse tematiche”. “Molto piacevole pure il clima che si è creato fra i produttori” – prosegue Fernanda D’Arienzo, socia della casa editrice – con assaggi reciproci e scambio di opinioni, per un’atmosfera di collaborazione costruttiva”. 

“Evoluzione ha confermato la validità di un format che mira a una formazione tecnica sull’olio extravergine di oliva fruibile dagli operatori della ristorazione e della gastronomia e al tempo stesso a una grande opportunità di business per tutti i partecipanti”. Così ha commentato Simona Cognoli, CEO&Founder di Oleonauta, che in vista della prossima edizione ha aggiunto: “Per noi si è trattato di una ripartenza, complicata nella gestione, che ci vede impegnati su diverse attività per dare continuità ai lavori fino alla prossima data, che torneremo ad anticipare sui tempi. Evoluzione vuole essere il primo appuntamento dell’anno dedicato alla presentazione delle migliori etichette italiane: una vera e propria anteprima per tutti. Se le condizioni ce lo consentiranno, riprenderemo in considerazione anche l’apertura verso alcuni operatori scelti dall’estero”.

Protagonisti dell’evento sono stati i produttori che, accompagnati da Saula Giusto – esperta in cultura enogastronomica – hanno raccontato la loro storia aziendale in singole interviste, a breve scaricabili dal web. Per alcuni di loro è stata una “prima presentazione” della propria azienda, nata nell’ultimo anno e uscita ufficialmente sui canali di Evoluzione.

Grande attenzione è stata data anche agli operatori capaci di valorizzare l’olio extravergine di oliva nella cucina o nell’offerta gastronomica, che entrano a far parte della grande community “Gli EVOluti”: è stato consegnato loro un attestato in occasione di due presentazioni magistralmente condotte da Marco Di Buono, voce ufficiale dell’evento.

A sugellare le premiazioni i riconoscimenti speciali Evoluzione 2022 consistenti in una targa in porcellana dipinta con la tecnica dell’oro antico realizzata dall’artista italo giapponese Yuriko Damiani. Nella categoria “Gelateria dell’Olio” il premio è andato a Greed – Avidi di Gelato di Frascati (RM), per la “Pizzeria dell’Olio” è stata premiata Mater di Fiano Romano (RM), per il “Ristorante dell’Olio” ll Patriarca a Bitonto (BA), mentre per il “Menù dell’Olio” il premio è andato a Tommaso Tonioni. Inoltre, sono stati consegnate due targhe anche alla Strada dell’olio DOP Umbria per il premio “Turismo dell’olio” e alla giornalista Fabiola Pulieri, che ha vinto il Premio “Comunicazione dell’Olio”.

In chiusura di giornata, infine, la presentazione del “premio solidale” istituito per omaggiare con la partecipazione gratuita all’evento un’azienda che si è particolarmente distinta in progetti di alto valore sociale. In questa quarta edizione il premio è andato alla Olearia San Giorgio dei Fratelli Fazari che ogni anno finanziano una borsa di studio destinata alla migliore tesi di laurea in ambito tecnico – scientifico e di interesse per il mondo dell’olio (www.giorgiofazari.it).

Alla buona riuscita dell’evento hanno contribuito pure gli altri partner di Evoluzione: Plose, azienda altoatesina che ha fornito l’acqua per l’evento; Magnolia Eventi, che ha curato l’allestimento dei desk dei produttori; Spoolivi, storico vivaio di Pescia in Toscana specializzato nella produzione di piante di olivo certificate di varietà autoctone Italiane, che ha abbellito le già splendide sale dell’hotel; Bicolio, che ha messo a disposizione dei partecipanti il bicchierino “usa e getta” appositamente ideato per la degustazione dell’olio; HQF, azienda leader nella produzione e distribuzione di prodotti di alta qualità al canale Ho.Re.Ca., e ora anche ai privati, che ha sensibilizzato i propri clienti sull’utilità della partecipazione al progetto Evoluzione.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *