Registrati alla Nostra Newsletter!

Ricevi tutti i nostri interessanti aggiornamenti sul mondo dell'olio! Leggi l'informativa al trattamento.

Home / Dal mondo dell'olio / Premio letterario Ranieri Filo della Torre

Premio letterario Ranieri Filo della Torre

Quarta edizione del Premio letterario internazionale promosso dall’Associazione Pandolea e intitolato a Ranieri Filo della Torre. Torna a Roma, venerdì 21 febbraio, alle ore 10 nell’Auditorium “Giuseppe Avolio” di Cia-Agricoltori Italiani (Via Mariano Fortuny, 20), la cerimonia per l’assegnazione dei premi ai finalisti, evento conclusivo dell’iniziativa che si propone di celebrare un personaggio significativo che, con passione e competenza, si è impegnato per l’olivicoltura italiana.

Sottolineare il forte legame tra terra e cultura, avvicinandoli più di quanto non lo siano già e promuovendone conoscenza e sviluppo, l’obiettivo di questa nuova edizione organizzata da Pandolea, Associazione che riunisce le produttrici di olio extravergine di qualità e le donne comunque impegnate nel settore olivicolo-oleario.

Interverranno alla cerimonia di premiazione, il presidente di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino; Pierluigi Silvestri, della Federazione Regionale olio Lazio di Confagricoltura; Riccardo Gucci, presidente dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio e Loriana Abbruzzetti, presidente di Pandolea. Inoltre, in vista della prossima costituzione di una Rete delle donne dell’olio del Mediterraneo, sostenuta dal COI, per promuovere l’imprenditoria femminile nel settore olivicolo e la cultura dell’olio di qualità, parteciperà una delegazione greca, rappresentata da Magdalini Rappou, direttrice del Ministero dello sviluppo agrario e alimentazione in Grecia. Prenderanno, infine, la parola anche Sergio Auricchio, direttore di Agra Editrice e Marida Iacona della Motta. A moderare l’incontro, il giornalista Maurizio Pescari.

Quest’anno, sono stati più di 80 i partecipanti al Concorso, tra autori di poesie, narrativa e saggistica, selezionati dalla giuria di sezione presieduta da Bruno Gambacorta, giornalista Rai, a cui hanno fatto parte Fiorella Cappelli e Loriana Abbruzzetti.

Le tesi di laurea, scelte da un comitato di accademici presieduto dal Prof. Riccardo Gucci, sono state, invece, 14 e tutte di ottimo livello.

Nel corso dell’incontro, sarà presentato il libro pubblicato da Agra Editrice con i racconti e le poesie selezionate dalla Giuria e le opere vincitrici verranno interpretate dagli allievi attori Francesca Bortolotti e Paolo De Candia dell’Accademia di Recitazione Stabile di Roma, diretta da Maria Beatrice Alonzi.

Premi speciali per Rosaria Marino, direttrice area sicurezza alimentare ASL Roma1 che riceverà un’opera del maestro Enrico Benaglia (Il giocattolo di Leda); a Antonella Lattanzi, scrittrice un’opera del pittore Raffaele De Rosa (Il matrimonio di Beppe); a Stefano Magno, chirurgo senologo Fondazione Policlinico Universitario Gemelli IRCCS un’opera dell’artista-fotografo Carlo D’Orta (Liquidance) e a Giorgos Papanastasiou, sindaco di Agrinio un’opera dell’acquarellista Luisa Grifoni della Valle (Uliveto toscano).

L’iniziativa è stata realizzata con il contributo di Cia-Agricoltori Italiani, Agra Editrice, Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, Aifo-Associazione Italiana Frantoiani Oleari, Oliveti d’Italia.

Il Premio è patrocinato da Confagricoltura, CONAF Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, CIHEAM Bari, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, INSOR Istituto Nazionale Sociologia Rurale, CEQ Consorzio Extra Vergine Alta Qualità, A3M Associazione Amici Arte Moderna a Valle Giulia.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continua ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi